Rimproveri e suggerisci un'alternativa.Abbi cura delle tue emozioni

RIMPROVERI E SUGGERIRE UN’ALTERNATIVA

 Dai attenzione a qualcuno mentre fa qualcosa di desiderato. Oltre a complimentarti, gli dai tutta la tua attenzione, perché dare attenzione rinforza un comportamento, positivo o negativo che sia. Abbiamo visto che le lodi e i complimenti sono forme di attenzione. Ma anche
 • guardarlo negli occhi ;
• fare domande e interessarsi;
 • aspettare che formuli la frase che ha in mente;
 • ascoltare i suoi racconti.
 Una buona strategia è avviare il bambino nella giusta sequenza di azioni e poi, pian piano, lasciarlo fare da solo. «Dài che ti aiuto», poi facciamo finta di fare altro e aspettiamo di vedere se continua da solo.
 Punizioni 
 È stato provato che le punizioni sono efficaci a lungo termine solo e soltanto se sono associate al rinforzo positivo . Altrimenti sono efficaci solo a breve termine e poi si dimostrano controproducenti, e anche pericolose, perché provocano l’insorgere di effetti collaterali nel bambino quali aggressività o isolamento.
 L’arte dell’ignorare
Come s’ignora?
 Innanzitutto restando calmi.
Per ignorare s’intende proprio togliere l’attenzione in ogni sua forma:
 • guardare da un’altra parte;
 • andare in un’altra stanza (se si può lasciarlo in sicurezza);
 • non parlargli;
 • ignorare le sue richieste.
 Molti genitori dicono di aver provato mille volte a rimproverare il proprio figlio nei casi di condotta inadeguata, ma con scarsi risultati. Spesso ci si concentra troppo su ciò che non va , tralasciando, invece, ciò che viene fatto correttamente.
 Bisogna poi motivare perché è sbagliato e dare il suggerimento del comportamento corretto.
 Ecco alcuni esempi: 
 • «Basta. Non si corre in casa senza calze antiscivolo. Andate subito a mettervi le calzotte e poi correte uno per volta.»
Genitori:Gestite le emozioni in 21 giorni Percorso guidato
Time out dei genitori
 Sii tollerante e non prendertela se certi giorni ti svegli di malumore.
Piuttosto, resta in silenzio e allontanati.
 Cioè, quando stai per scoppiare, di’ che hai bisogno di andare in time out per un attimo. Anche solo 3 minuti di aria. Non siamo perfetti ma perfezionabili.
L’importante è tendere al miglioramento e non restare fermi nei propri errori.
 Usa il tono di voce calmo.
 Prima di pensare alle parole giuste, concentrati sul tono di voce, che dovrà sempre essere calmo, ma con sfumature diverse per ogni occasione.
 Immagina una linea di frequenza in cui ci sia il tono calmo/dolce /coccoloso.
Posta un commento