Crescere figli felici.Gestiamo le nostre emozioni

Rabbia quando il fratello maggiore gli/le ruba un gioco
 Esercizio
Se i fratellini sono piccoli e rischiano di farsi male strattonandosi o spingendosi, ci toccherà fare i giudici della situazione. Ecco le due alternative: • Se non sai chi ha rubato il gioco a chi, suggerisco di toglierlo semplicemente di mezzo, argomentando che non ti piace vederli spingersi e tirarsi.
 Il fatto di non dare peso a comportamenti negativi sia un toccasana.
 Se hai visto chi ha rubato il gioco, allora è bene ridarlo al legittimo proprietario. Senza gridare, senza scene. Non dovresti strapparlo dalle mani del «ladro», ma chiederlo gentilmente. L’opzione migliore è che sia il detentore illegittimo a decidere di ridare il gioco all’altro.
Se però è troppo piccolo, possiamo farlo noi per lui.
Preparati:
Si metterà a piangere, si sdraierà isterico a ribellarsi: lasciamolo fare e ignoriamo la reazione. Presto tornerà sereno a giocare con altro.
Cosa NON fare :
Dare ragione al più piccolo, solo perché è più piccolo.
 Poche coccole però, per non rinforzare il suo gesto scorretto (il rinforzo serve sempre ad aumentare la frequenza di un comportamento, sia positivo sia NEGATIVO).
Rabbia quando il fratello maggiore gli/le ruba un gioco
 Esercizio
Se i fratellini sono piccoli e rischiano di farsi male strattonandosi o spingendosi, ci toccherà fare i giudici della situazione. Ecco le due alternative: • Se non sai chi ha rubato il gioco a chi, suggerisco di toglierlo semplicemente di mezzo, argomentando che non ti piace vederli spingersi e tirarsi.
 Il fatto di non dare peso a comportamenti negativi sia un toccasana.
 Se hai visto chi ha rubato il gioco, allora è bene ridarlo al legittimo proprietario. Senza gridare, senza scene. Non dovresti strapparlo dalle mani del «ladro», ma chiederlo gentilmente. L’opzione migliore è che sia il detentore illegittimo a decidere di ridare il gioco all’altro.
Se però è troppo piccolo, possiamo farlo noi per lui.
Preparati:
Si metterà a piangere, si sdraierà isterico a ribellarsi: lasciamolo fare e ignoriamo la reazione. Presto tornerà sereno a giocare con altro.
Cosa NON fare :
Dare ragione al più piccolo, solo perché è più piccolo.
 Poche coccole però, per non rinforzare il suo gesto scorretto (il rinforzo serve sempre ad aumentare la frequenza di un comportamento, sia positivo sia NEGATIVO).
Posta un commento